Vai ai contenuti

PANCHINE ROSSE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Maison Antigone
Pubblicato da in Centro Studi Separazioni e Affido Minori · 31 Luglio 2017
Hanno iniziato Milano, Torino nel gennaio 2016, Taranto, poi l’Aquila, Monza, Catania, San Gregorio e San Giovanni Galermo, Scanzano Jonico, a Laterza e Maruggio (Ta), Borgaro, Fossano, seguite da molte altre città italiane: la violenza contro le donne si combatte anche così, con il posizionamento di panchine rosse lungo le città che, decorate da writer "Vogliono stimolare un confronto e una riflessione sulla violenza e sui cambiamenti culturali necessari per sconfiggerla e indurre i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e a mantenere alta l'allerta" (nota del Comune di Torino del gennaio 2016).
Sulla panchina rossa inaugurata a L’Aquila è riportata una frase del poeta russo Vladimir Majacovskij:
"Guardate: hanno di nuovo decapitato le stelle e insanguinato il cielo, come un mattatoio".
Anche per l’amministrazione aquilana la panchina rossa vuol "favorire la riflessione dei cittadini sui cambiamenti culturali necessari a sconfiggere questa ingiustificata violenza".



Torna ai contenuti