Vai ai contenuti

COVID-19
Ci sono momenti più difficili di altri, momenti complicati in cui la preoccupazione e la paura sono così forti da togliere il fiato. Per questo Maison Antigone ha  attivato, con il patrocinio della PC di Castel Gandolfo, un servizio di ascolto e supporto  psicologico GRATUITO rivolto a tutti coloro ne sentano il bisogno.
 24/04/2020

STORIE DI DONNE... AL TEMPO DEL CORONAVIRUS
Vogliamo inaugurare oggi la rubrica “Storie di donne… al tempo del coronavirus” invitandovi a inviarci via email [maisonantigone@gmail.com] #le vostre storie, le poesie, le riflessioni, i ricordi, i sogni, le immagini, le foto, i disegni, gli audio e i video ecc. che raccontino di voi, di vostre amiche e conoscenti.
Vogliamo in questo modo far conoscere e condividere la nostra vita quotidiana, il nostro agire, il nostro essere in situazioni difficili, di crisi e di emergenza.
Unite in un abbraccio virtuale di solidarietà, di amicizia e di amore
 12/03/2020

LA DONNA NELLA SOCIETA’ E NEL MONDO DELLO SPETTACOLO
La disuguaglianza di genere attraverso la penna di Taylor Swift
Disuguaglianza di genere. Nonostante i grandi cambiamenti nella società, ancora persiste, a causa dei preconcetti e delle norme sociali esistenti.
 In un'intervista alla CBS, dopo il rilascio del suo ultimo album Lover, la cantautrice statunitense Taylor Swift, raccontando la sua esperienza, spiega: «Esiste un vocabolario diverso per uomini e donne nell'industria musicale. […] Un uomo fa qualcosa, è strategico.
Una donna fa la stessa cosa, è calcolata. Un uomo è autorizzato a reagire. Una donna può solo reagire in modo eccessivo».
04/05/2020  Autrice: Cristina Auditore in Donne in Movimento - Arte e Cultura

A TRE ANNI RIFERISCE “ATTENZIONI PARTICOLARI” DA PARTE DEL PADRE
Denunciato dalla madre, il bambino è ora collocato nella casa paterna a 800 chilometri di distanza dalla figura materna. “Con il lockdown non posso vedere mio figlio”
Un'altra storia che ci racconta di una violenza istituzionale compiuta ai danni di una donna, ora disperata, distante 800 chilometri dal proprio figlio, e oggi in tempi di lockdown impossibilitata ad incontrarlo, dove a pagarne le conseguenze maggiori, come sempre, sono i bambini.
Il minore in questione, che oggi ha 6 anni, aveva riferito quando aveva tre anni ed in Maniera del tutto spontanea di essere stato oggetto di “attenzioni particolari”
21/04/2020  Autrice:  Marzia Lazzerini in Centro Studi Separazioni e Affido Minori
AVVIO DI UN SONDAGGIO PILOTA CONOSCITIVO SULL'USO NEI TRIBUNALI ITALIANI DELL'ALIENAZIONE PARENTALE, E COSTRUTTI ANALOGHI
Diamo avvio ad un importante sondaggio on line, caratterizzato da tre sezioni ed oltre 40 domande, che intende fare un po' di luce sui numeri e le dinamiche legate alle accuse di "pas", "alienazione parentale", "alienazione", "manipolazioni psicologiche", "sindrome della madre malevola" o "simbiotica" o "contrastante" ecc. (nonché altri costrutti simili e collegati) che  le donne, madri di minori, si vedono attribuire in corso di procedimenti giudiziari separativi e di affidamento dei minori, con effetti devastanti sia nella vita dei minori coinvolti che in quella delle loro madri accusate.
14/12/2019   Autrice: Michela Nacca, Avvocata, Presidente Maison Antigone in Sondaggi e Ricerche

25 APRILE GIORNO DELLA LIBERAZIONE ITALIANA DALLA DITTATURA
Giornata del sostegno alla “Pseudhotheory” detta Alienazione Parentale e dell’Orgoglio Pedofilo
Certo, fa un effetto po’ strano scoprire che il 25 aprile, il Giorno della Liberazione italiana, corrisponda casualmente anche alla Giornata prescelta dai simpatizzanti della pedofilia di tutto il mondo nonché dai sostenitori della Parental Alienation, per celebrare ciò in cui essi credono e che difendono: l’orgoglio pedofilo i primi ed i secondi la teoria detta Parental Alienation che purtroppo, nelle sue conseguenze e nelle sue premesse gardneriane mai realmente tradite, inevitabilmente finisce anch’essa per tutelare l’orgoglio pedofilo, quando incestuoso!
25/04/2020  Autrice: Michela Nacca, Avvocata, Presidente Maison Antigone in Centro Studi Separazioni e Affido Minori

LETTERA AD UN GIUDICE
Sig. Giudice,
mi permetta di esprimere alcune mie considerazioni sul prodotto finale del giudizio contro il mio maltrattante o, se vuole, chiamiamola pure sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste.
Non sussiste rispetto a cosa? Al capo di imputazione “maltrattamenti in famiglia? O rispetto alla esiguità delle percosse inflittemi?
Perché in entrambi i casi io, abituata non solo da avvocato ma come essere pensante e attenta all’uso delle parole, nella Sua sentenza non leggo da nessuna parte che il maltrattante non ha usato violenza fisica o psicologica o che non sono stata vessata durante la relazione
 03/05/2020  Autrice:  E. in Centro Studi Separazioni e Affido Minori

Il LOCKDOWN IMPOSTO DAL COVID 19 STA EVIDENZIANDO LA GRAVITÀ DELLE VIOLENZE DOMESTICHE AGITE SU DONNE E MINORI IN TUTTO IL MONDO
Ma in Italia il pericolo maggiore è nella violenza istituzionale e le denunce diminuiscono
Il lockdown imposto in tutto il mondo sta evidenziando il vero male che affligge la nostra epoca ed il nostro Paese in particolare: la violenza maschile agita in famiglia, verso donne e bambini, oggi attuata e perseguita anche dopo la separazione, attraverso istituzioni apparentemente inconsapevoli, indottrinate a teorie “parascientifiche”.
Si tratta di un tipo di violenza non sconosciuta negli altri Paesi,
08/04/2020  Autrice: Michela Nacca, Avvocata, Presidente Maison Antigone, in Centro Studio Separazioni e Affido Minori

BELGIO: ALBERGHI PER VITTIME DI VIOLENZA
La quarantena imposta dalla pandemia da covid-19 ha fatto aumentare i casi di violenza domestica lasciando le donne bloccate in casa con i propri carnefici. Per tale motivo, in Belgio, si è deciso di utilizzare anche strutture alberghiere per mettere in sicurezza le vittime e salvare le loro vite
Una catena di alberghiera metterà a disposizione le camere vuote per ospitare le vittime di violenza domestica. Lo dice il Ministro fiammingo della Giustizia Zuhal Demir. Il Governo delle Fiandre paga le spese e mette a disposizione 90.000 euro.
Da tempo è chiaro quanto il lockdown porti a tensioni in diverse famiglie.
 08/04/2020  Traduzione: Ilse Heyrman in Centro Studi Separazioni e Affido Minori

STATO DI NATURA, IL NUOVO SINGOLO DISCOGRAFICO DI FRANCESCA MICHIELIN
Un’aperta denuncia ad ogni forma di violenza perpetrata contro la donna
L’arte è in grado di parlare e colpire nel segno. È in grado di dire più di quanto potrebbe un discorso magistralmente articolato, o un saggio redatto con estrema accuratezza. Questo accade perché una creazione artistica possiede ‘proprietà rappresentative’, ha un valore simbolico. La parola “simbolo” deriva dal verbo greco symbállo, che significa “mettere insieme”, “far coincidere”: ad un elemento ne possono essere associati numerosi altri e l’arte è quindi così capace di evocare idee.
02/04/2020  Autrice: Cristina Auditore in Donne in Movimento - Arte e Cultura

“QUESTA GUERRA STA EVIDENZIANDO FASCE SOCIALI, DISCRIMINAZIONI, INGIUSTIZIE ED IPOCRISIE”
Mi presento sono un’infermiera di un ospedale romano. La mia vita si divide tra lavoro e bimbo di 18 mesi.
In questo difficile momento sembra di vivere in un mondo surreale... Vedere la gente che guida con le mascherine e noi in reparto non ne abbiamo... Ora che i casi aumentano ci viene data una mascherina chirurgica a testa, giorno per giorno. Non ci è consentito sapere nulla, dobbiamo lavorare e basta. Poi magari un’amica ci manda la foto di una testata di giornale e vieni a conoscenza che un intero reparto dell’ospedale dove si lavora viene chiuso perché c'è un focolaio Covid_19.
01/04/2020   Autrice: Una mamma, infermiera in un ospedale romano in Storie di donne... al tempo del coronavirus

MAMMA TEDESCA TRADITA DAI TRIBUNALI ITALIANI
Gentile Presidente di Maison Antigone,
sono una madre tedesca e Le sto scrivendo dalla Germania, dove il Covid 19 mi ha sorpresa mentre mi stavo curando da una improvvisa, devastante patologia.
Mi sono separata dal mio ex compagno italiano alcuni anni fa, dopo aver sopportato violenze psicologiche, economiche ed infine anche fisiche.
Ho denunciato, come le istituzioni italiane ci chiedono di fare, e l’ho fatto soprattutto per i miei bambini. Perché vedevo che iniziavano a risentire gravemente del clima familiare sempre teso, sempre sull’orlo di venire sconvolto dalle furie violente del padre.
30/03/2020   Autrice: Una Mamma Tedesca in Storie di donne... al tempo del coronavirus

LETTERA DI UNA MADRE
Buongiorno Maison Antigone,
vi scrivo in questi giorni di quarantena, costretta dalle istituzioni e dal padre a vivere lontana dai miei figli. Da anni impedita a rassicurarli, coccolarli, amarli e crescerli come qualsiasi altra madre. Senza alcuna valida ragione.
La mia separazione inizia circa 5 anni fa, dopo delle aggressioni pesanti da parte del mio ex compagno. Ho tre figli e restare sola con tutto a carico non è stato facile per i primi mesi. La famiglia per me era ed è importante e dunque, nonostante le denunce, ho provato la riconciliazione... che però mi hanno portato successivamente a ritirare quelle denunce.
29/03/2020   Autrice: Una Mamma in Storie di donne... al tempo del coronavirus
Scopri Maison Antigone
Maison Antigone - Corso G. Matteotti, 9 - 00041 Albano Laziale (RM)  - T (+39) 347 0409004 – (+39) 340 7254383 - E maisonantigone@gmail.com
Copyright © 2020 Maison Antigone. Tutti i diritti riservati.
Torna ai contenuti